#F2F2F2

clubunesco300418Bisceglie. Quest’anno, l’UNESCO e l’ONU commemorano il 70° anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo, che include la libertà di espressione. Da questi diritti è nata la libertà di pubblicazione, inserita per la prima volta nell’Accordo di Firenze del 1950, nella quale l’UNESCO auspica la cooperazione tra Nazioni in tutte le forme dell’attività intellettuale, includendo lo scambio di pubblicazioni, oggetti di interesse artistico e scientifico e altri documenti d’informazione. In questo 70 anniversario, Il Club per l’UNESCO di Bisceglie durante the World Book and Copyright Day UNESCO tenutasi presso il Castello Svevo - Angioino di Bisceglie, lunedi 23 aprile, ha conferito il riconoscimento di Socio Onorario, ai sensi dell’art.6/b – titolo II dello Statuto, alle Giornaliste Paola Copertino e Antonella Salerno unitamente a Isabella Di Liddo Operatrice Culturale, per riconosciuti meriti personali e per aver contribuito in modo notevole alla diffusione degli Ideali UNESCO nei loro articoli ed eventi, sulle attività del Club di Bisceglie.

Questa Giornata è stata volutamente scelta, in quanto la Dichiarazione fa un richiamo esplicito all’articolo 19 della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo il quale stabilisce che “Ogni individuo ha diritto alla libertà di espressione, tale diritto include la libertà di opinione senza interferenze e quello di cercare, ricevere e diffondere informazioni e idee attraverso ogni mezzo e senza frontiere”. Essere Giornalisti “non significa soltanto comunicazione di alta qualità, significa anche avere la libertà di essere in grado di scrivere in sicurezza nei periodi di cambiamento politico, di instabilità e di conflitti” ha affermato Paola Copertino nel suo intervento. “Anche oggi tantissimi giornalisti vengono minacciati di morte in quanto svolgono con professionalità il loro lavoro, mettendo in luce anche realtà scomode. Nel nostro piccolo dobbiamo anche cercare di valorizzare le eccellenze del territorio in tutti i settori, dalla cultura, all'enogastronomia, dal volontariato all' associazionismo, nonostante le buone notizie e quelle positive facciamo meno "rumore" di quelle negative ed essere sempre a servizio della cittadinanza facendoci portavoce delle istanze dei più deboli.

Rappresenta quindi un onore, ma anche una grande responsabilità in termini di impegno ricevere un simile riconoscimento dal Club dell' Unesco di Bisceglie, grazie alla presidente Pina Catino, da sempre impegnata nella promozione del territorio".

Aggiungi commento

 

Codice di sicurezza
Aggiorna


clubunesco300418Bisceglie. Quest’anno, l’UNESCO e l’ONU commemorano il 70° anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo, che include la libertà di espressione. Da questi diritti è nata la libertà di pubblicazione, inserita per la prima volta nell’Accordo di Firenze del 1950, nella quale l’UNESCO auspica la cooperazione tra Nazioni in tutte le forme dell’attività intellettuale, includendo lo scambio di pubblicazioni, oggetti di interesse artistico e scientifico e altri documenti d’informazione. In questo 70 anniversario, Il Club per l’UNESCO di Bisceglie durante the World Book and Copyright Day UNESCO tenutasi presso il Castello Svevo - Angioino di Bisceglie, lunedi 23 aprile, ha conferito il riconoscimento di Socio Onorario, ai sensi dell’art.6/b – titolo II dello Statuto, alle Giornaliste Paola Copertino e Antonella Salerno unitamente a Isabella Di Liddo Operatrice Culturale, per riconosciuti meriti personali e per aver contribuito in modo notevole alla diffusione degli Ideali UNESCO nei loro articoli ed eventi, sulle attività del Club di Bisceglie.

Questa Giornata è stata volutamente scelta, in quanto la Dichiarazione fa un richiamo esplicito all’articolo 19 della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo il quale stabilisce che “Ogni individuo ha diritto alla libertà di espressione, tale diritto include la libertà di opinione senza interferenze e quello di cercare, ricevere e diffondere informazioni e idee attraverso ogni mezzo e senza frontiere”. Essere Giornalisti “non significa soltanto comunicazione di alta qualità, significa anche avere la libertà di essere in grado di scrivere in sicurezza nei periodi di cambiamento politico, di instabilità e di conflitti” ha affermato Paola Copertino nel suo intervento. “Anche oggi tantissimi giornalisti vengono minacciati di morte in quanto svolgono con professionalità il loro lavoro, mettendo in luce anche realtà scomode. Nel nostro piccolo dobbiamo anche cercare di valorizzare le eccellenze del territorio in tutti i settori, dalla cultura, all'enogastronomia, dal volontariato all' associazionismo, nonostante le buone notizie e quelle positive facciamo meno "rumore" di quelle negative ed essere sempre a servizio della cittadinanza facendoci portavoce delle istanze dei più deboli.

Rappresenta quindi un onore, ma anche una grande responsabilità in termini di impegno ricevere un simile riconoscimento dal Club dell' Unesco di Bisceglie, grazie alla presidente Pina Catino, da sempre impegnata nella promozione del territorio".

Aggiungi commento

 

Codice di sicurezza
Aggiorna

WEBtv